FORMAZIONE - AREA ARTISTICA


Laboratori Teatrali

Teatro Terapia

 

ALTA FORMAZIONE

Gianpiero Borgia: 22-28 OTTOBRE 2012

Naked

Un laboratorio incentrato sulla prima persona,col fine di portare l'attore ad abitare testi, personaggi, immagini altrui come fossero le proprie a lavorare sui testi, i personaggi, le immagini che lo abitano nella sua intimità più profonda. Il testo dato diviene, cosi,il buco delle serratura attraverso cui guardare l'attore.

Gianpiero Borgia ha iniziato la sua formazione con Giorgio Albertazzi e ha proseguito i suoi studi come attore al Centro Sperimentale di Cinematografia e come regista al Master GITIS per stranieri diretto da Jurij Alschitz, frequentando le sessioni dei maestri Oleg Kudriasciov, Sasha Anurov e Anatolj Vassil’eav, tenute a Roma, Mosca, Stoccolma, Berlino.  Per anni è stato assistente di Alschitz ed è abilitato all’insegnamento e allo sviluppo del suo metodo di pedagogia teatrale. Ha completato la sua formazione con un corso di specializzazione in cultural management specialization presso la Fondazione Fitzcarraldo di Torino.
Ha fondato e attualmente dirige il Teatro dei Borgia e ITACA – International Theatre Academy of the Adriatic, primo centro di formazione accreditato dalla Regione Puglia per la formazione professionale nell’ambito delle arti sceniche.

 

11-16 NOVEMBRE 2012: Francesco Niccolini

Un cantiere per studiare, approfondire, scrivere, provare e mettere in scena.  Un esercizio complesso che somma le abilità e le ricerche di attori, drammaturghi e registi, e che diventerà una palestra concreta e reale per una sperimentazione altissima.Per farlo si useranno una serie di tecniche e discipline:,visione spettacoli attraverso video,adattamento teatrale, drammaturgia, scrittura scenica,monologo e dialogo, narrazione,improvvisazione.

Francesco Niccolini, dramaturgo e sceneggiatore. Scrive e lavora con molti attori e compagnie italiane, da Marco Paolini a Sandro Lombardi, da Roberto Castello  a Giorgio Barberio Corsetti.Collabora con RadioTre e la Radio Svizzera Italiana. Pubblica con Einaudi e molti altri editori.

 

1-7 DICEMBRE 2012: Marco Manchisi

 Il laboratorio parte dal lavoro dell’uomo alla ricerca del suo attore-maschera. Un viaggio dalla propria spontaneità quotidiana, all’animalità di un carattere. La creazione di un personaggio, i suoi gesti e il suo racconto al servizio della rappresentazione. Maschera e spazio scenico come un tutt’uno. 

Linee di lavoro

  1. L'uomo, l'attore e il personaggio. Tecniche di immedesimazione.
  2. La maschera e l'improvvisazione. Colori, ritmo e musicalità.
  3. La quotidianità e l'extraquotidianità. Relazione con lo spazio scenico.
  4. Servi e padroni. Pantalone e Pulcinella.
  5. Rigore e spontaneità. Leggendo Ionesco

Marco Manchisi si è formato con Antonio Neiwiller e Leo de Berardinis e ha recitato, tra gli altri, con Alessandro Benvenuti, Toni Servillo, Enzo Moscato, Mario Martone. È stato attore nella compagnia di Luca De Filippo. Nel cinema ha lavorato, tra gli altri, con Gabriele Salvatores, Abel Ferrara, Raul Ruiz.. Nei suoi spettacoli rilegge alcuni classici come Shakespeare, Euripide, Pinter e approfondisce l’arte della maschera, in particolare quella di Pulcinella. Tra le esperienze didattiche, è stato Direttore del corso allievi 2008-2009 al Teatro della Tosse di Genova e ha condotto il Laboratorio “I sensi della maschera” presso la Civica Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano.

 

 Studio Web Di Reda Daniele  | Modena